Search

Easy to starts

Scadenze

Scadenze...................

read more
Forum Support

Social

Social....................................................

read more

Great docs & support

Glossario e Normative

Glossario e normative.....

read more

General

PRIVACY

Facendo riferimento al D.L.vo 30 giugno 2003 n.196 (Codice della Privacy) e succ. modiff. e integrazioni, l’Adv. Ignazio Della Malva

La informa che i dati da Lei forniti potranno essere oggetto di trattamento, sempre e comunque, avendo riguardo ai sopra citati obblighi di legge.

A mente dell’art. 4, comma 1, lettera A, del Codice della Privacy per trattamento si intende:

"qualunque operazione o complesso di operazioni, svolti con o senza l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione dei dati".

Finalità del trattamento

I dati raccolti saranno trattati nel rispetto della disciplina dettata da citato Codice della Privacy e utilizzati dall'Adv. Ignazio Della Malva e dietro Suo consenso, solo ed unicamente per le finalità qui di seguito descritte:

a) per fornirLe i servizi presentati sul sito

b) per ottemperare agli obblighi di legge previsti in materia.

Avv. Ignazio Della Malva non procederà alla raccolta o al trattamento di dati sensibili quali, ad esempio, iscrizione a partiti politici o sindacati o altre associazioni, o relativi alla salute.

In ogni caso Le comunico che Lei è libero/a di prestare o meno il Suo consenso al trattamento dei dati personali per le finalità sopracitate. Tuttavia, è doveroso comunicarLe che il Suo eventuale rifiuto a tale consenso comporterà l'impossibilità da parte di Avv. Ignazio Della Malva di fornirLe il servizio richiesto.

Categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati I dati da Lei forniti potranno essere comunicati in forza delle finalità sopra descritte ,esclusivamente agli avvocati e commercialisti, collaboratori di Avv. Ignazio Della Malva affinché possano espletare l’incarico e i servizi da Lei richiesti Modalità di trattamento dei dati Avv. Ignazio Della Malva assicura che verranno utilizzati strumenti idonei a garantire la assoluta sicurezza e riservatezza dei dati personali da Lei forniti.

Il trattamento dei dati potrà essere effettuato per mezzo di strumenti manuali e/o informatici atti a memorizzare gestire e trasmettere i dati stessi. Il sito è comunque protetto da un sistema (firewall) che blocca l'accesso ad eventuali malintenzionati; inoltre, controlli interni del software di navigazione impediscono accessi al sito non conformi alle sue specifiche di funzionamento.

Diritti dell'interessato Avv. Ignazio Della Malva, La informa che gli artt. 7 e 8 del Codice della Privacy,

Le riconoscono il diritto di:

1. conoscere l'esistenza, l’origine, le finalità, e modalità del trattamento,nonché, la logica applicata in caso di trattamento effettuato per mezzo di strumenti elettronici, dei dati personali che La riguardano, e che devono essere messi a Sua disposizione in forma intelligibile;

2. conoscere gli estremi del titolare e dei responsabili del trattamento, i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati;

3. all'aggiornamento, rettificazione o integrazione dei dati personali che La riguardano, nonché, alla loro cancellazione, alla trasformazione in forma anonima o al blocco, quando il relativo trattamento non fosse stato correttamente autorizzato;

4. opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati ancorché pertinenti allo scopo della raccolta, al trattamento dei dati previsto ai fini dell'invio di materiale pubblicitario o ai fini di informazione commerciale. Al fine di poter esercitare i diritti sopra riassuntivamente elencati, il cliente potrà rivolgersi all'Adv. Ignazio Della Malva secondo le modalità previste dall'articolo 9 del Codice citato e, preferibilmente, a mezzo raccomandata A/R, indirizzata a: Adv Studio Della Malva, Via F. Manzo, 38 cap 84123

Titolare del trattamento Il titolare del trattamento è l’Adv. Ignazio Della Malva, con studio in Via F. Manzo, 38 cap 84123 iscritto all’Ordine degli Avvocati di Salerno.

 

A causa del crescente movimento di persone, capitali e merci tra Paesi e continenti, anche il settore legale deve necessariamente adeguarsi al cambiamento ed offrire modelli di servizi professionali differenti, che incontrano le nuove esigenze del mercato.

Il nostro obiettivo è proprio quello di offrire un servizio di consulenza ed assistenza legale nazionale e internazionale assumendo la difesa di clienti, in ogni giurisdizione – ordinaria o speciale – dello Stato, segnatamente in controversie nelle materie civilistiche, commerciali, societarie, nonché relative alle altre aree del diritto di famiglia, del diritto del lavoro, del diritto amministrativo, del diritto tributario in cui si lo organizzazione presta assistenza . Nelle fasi stragiudiziali l’assistenza mira a consentire al cliente di compiere scelte consapevoli, anche mediante la valutazione dei costi e benefici della soluzione processuale a confronto con soluzioni stragiudiziali eventualmente percorribili. 

L’attività di consulenza ed assistenza legale giudiziale e stragiudiziale, ha inoltre come obiettivo quello di gestione delle fasi relative alla crisi d’impresa e alla ristrutturazione dei debiti di privati e delle imprese. A tal proposito  la Legge n° 3/2012, nell’ambito delle modifiche sulla composizione della crisi da sovraindebitamento, ha individuato un autonomo procedimento, alternativo a quello ordinario, specificamente destinato al debitore-consumatore il quale è definito come persona fisica che ha assunto obbligazioni esclusivamente per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta. La nuova procedura si rivolge a tutte le persone sovraindebitate, cioè coloro che si trovano in una situazione economica critica, dovuta allo squilibrio tra i pagamenti da effettuare ed entrate mensili. Il debitore-consumatore che è impossibilitato a far fronte ai propri impegni regressi, pur avendo un reddito, anche se minimo, o di un patrimonio immobiliare può accedere alla nuova procedura, ma anche coloro che sono già stati segnalati in banche dati (Crif, Experia, etc…) o che stanno subendo azioni di pignoramento o ipoteche giudiziali possono chiedere la tutela della nuova normativa prevista dalla suddetta legge.

Grazie a questa nuova procedura  è possibile andare a gestire in modo definitivo i propri debiti, che possono essere ridotti considerevolmente o addirittura cancellati. Il nostro network formato da Legali altamente qualificati, i quali attraverso all’analisi dettagliata della situazione debitoria, lo studio della strategia più efficace e procede alla presentazione dell’istanza al Giudice.

Attraverso questa procedura si ottiene la sospensione di tutte le azioni di recupero intraprese nei confronti del soggetto e la sospensione di un anno del pagamento delle rate di mutui; al termine della procedura si può ottenere la liberazione da tutti i debiti residui nei confronti dei creditori non soddisfatti e cancellazione del proprio nominativo dalle banche dati, con la possibilità di accedere nuovamente al credito.

Il nostro network internazionale di avvocati ci consente, inoltre, di fornire una completa assistenza nel settore delle ricerche giuridiche, delle traduzioni legali, dell'omologazione dei titoli professionali e dell'import-export, accrescendo le opportunità di business e facilitando i contatti imprenditoriali tra i diversi operatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

VIETATO NOTIFICARE IL PRECETTO SENZA DARE AL DEBITORE IL TEMPO DI PAGARE

Cass. Civ., Sez. Un., nn. 13797/2012 e 27214/2009

Commette illecito disciplinare l’avvocato che notifica subito il precetto, senza prima avvisare il collega di controparte e dare al debitore il tempo di pagare spontaneamente.

Si tratta di una regola deontologica la cui violazione può comportare una sanzione disciplinare per l’avvocato troppo tempestivo nella riscossione del credito.

È quanto hanno sostenuto, per ben due volte negli ultimi tempi, le Sezioni Unite della Cassazione, sottolineando l’importanza del dovere di lealtà e correttezza nei confronti dei colleghi e il divieto di aggravare la situazione debitoria della controparte.

Secondo i giudici, quindi, non basta ottenere la sentenza di condanna del debitore per notificare il precetto e agire in esecuzione forzata. Infatti, se il credito da azionare è irrisorio, e crescerebbe per effetto delle spese e onorari del precetto, e se il debitore non ha manifestato espressamente il rifiuto di adempiere, occorre avvisare il collega di controparte ed attendere la possibilità di un accordo bonario.

Agire tempestivamente per la riscossione del credito notificando il precetto al debitore comporterebbe la violazione di due norme deontologiche:

  • dovere di lealtà e correttezza nei confronti del collega di controparte: esso impone all’avvocato diligente di contattare previamente il collega per verificare le intenzioni del debitore e le modalità con cui procedere [1]. La controparte potrebbe infatti voler adempiere spontaneamente senza che sia necessario l’atto di precetto;
  • divieto di pluralità di azioni giudiziali gravose per la situazione debitoria della controparte: dato che il precetto aumenterebbe l’importo del debito (andando a comprendere ulteriori spese e onorari), sarebbe inutile, oltre che ingiusto, notificarlo prima di valutare la possibilità che il debitore adempia di sua spontanea volontà [2].

[1] Attuale art. 66 cod. deontologico forense.

 

[2] Attuale art. 19 cod. deontologico forense.

fonte Salvis Juris

 

Le news e gli articoli di scadenzeprocessuali.it

Diritto e social networks: la diffamazione tramite Facebook è reato anche se non si fanno nomi

Chi parla male di una persona su Facebook, anche senza nominarla direttamente, ma indicando particolari che possano renderla identificabile, incorre in una condanna per diffamazione. Lo si evince da una sentenza con cui la prima sezione penale della Corte di Cassazione ha annullato con rinvio l'assoluzione, pronunciata dalla Corte militare d'Appello di Roma, nei confronti di un maresciallo della Guardia di Finanza che, sul proprio profilo Facebook, aveva usato espressioni diffamatorie nei confronti del collega che lo aveva sostituito in un incarico.

Leggi tutto...

Calcolo del contributo unificato 2014 - spese di giustizia avanti il Tribunale e il Giudice di Pace

AGGIORNATO al 25 GIUGNO 2014, secondo le modifiche introdotte dal Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari”.

Le seguenti tabelle contengono gli importi relativi al versamento del contributo unificato per le spese di giustizia, a seconda del valore o del tipo di procedimento. Sono indicati sotto le tabelle i casi in cui l'importo è dimezzato e i procedimenti esenti dal versamento del contributo unificato.

Per scaricare il modulo per il versamento del contributo unificato clicca qui.

Gli importi per il calcolo del contributo unificato (di cui al Testo Unico sulle spese di giustizia - D.P.R 30 maggio 2002, n. 115) sono aggiornati al Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 recante “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari”, pubblicato in G.U. 24.06.2014, n. 144, che ha comportato un aumento medio del contributo unificato del 15% circa.

Si ricorda che gli importi del contributo unificato dovuti per i procedimenti di appello e di impugnazione in generale sono ora aumentati del 50% e gli importi dovuti per i procedimenti avanti alla Corte di Cassazione sono raddoppiati.

Inoltre, la parte che per prima si costituisce in giudizio, che deposita il ricorso introduttivo, ovvero che, nei processi esecutivi di espropriazione forzata, fa istanza per l´assegnazione o la vendita dei beni pignorati, quando modifica la domanda o propone domanda riconvenzionale o formula chiamata in causa, cui consegue l'aumento del valore della causa, è tenuta a farne espressa dichiarazione e a procedere al contestuale pagamento integrativo.

Le altre parti, quando modificano la domanda o propongono domanda riconvenzionale o formulano chiamata in causa o svolgono intervento autonomo, sono tenute a farne espressa dichiarazione e a procedere al contestuale pagamento di un autonomo contributo unificato, determinato in base al valore della domanda proposta.

1) Procedimenti ordinari

Valore della causa Importo

Inferiore ad € 1.100,00 €                       €        43,00

Da € 1.100,01 ad € 5.200,00 €              €        98,00

Da € 5.200,01 ad € 26.000,00 €             €      237,00

Da € 26.000,01 ad € 52.000,00 €           €      518,00

Da € 52.000,01 ad € 260.000,00 €         €      759,00

Da € 260.000,01 ad € 520.000,00 €       €   1.214,00

Superiore ad € 520.000,00 €                   €   1.686,00

Valore indeterminabile (competenza esclusiva del Gdp)     €     237,00

Valore indeterminabile                                                        €      518,00

2) Procedimenti a contributo fisso

Tipo di procedimento Importo

Esecuzioni immobiliari                                                           €    278,00

Esecuzioni mobiliari con valore sino a € 2.500,00 €             €      43,00

Esecuzioni mobiliari con valore superiore a € 2.500,00 €    €     139,00

Fallimenti                                                                              €    851,00

Opposizione agli atti esecutivi                                              €    168,00

Volontaria giurisdizione                                                         €      98,00

Esecuzione per consegna o rilascio                                      €    139,00

Separazione consensuale e divorzio congiunto                    €     43,00

3) Procedimenti amministrativi

Tipo di procedimento Importo

Ricorsi al T.A.R.                                                            €    600,00

Ricorsi al Consiglio di Stato                                           €    600,00

Ricorsi Vs il silenzio amministrativo                                €    300,00

Ricorsi per ottemperanza del giudicato                         €   300,00

Ricorsi per l'esecuzione della sentenza                         €   300,00

Cittadinanza, ingresso, soggiorno e residenza             €   300,00

4) Procedimenti in materia tributaria

Valore della causa

Importo

Inferiore ad € 2.582,28                     €         30,00

Da € 2.582,29 ad € 5.000,00            €         60,00

Da € 5.000,01 ad € 25.000,00          €        120,00

Da € 25.000,01 ad € 75.000,00        €        250,00

Da € 75.000,01 ad € 200.000,00      €        500,00

Superiore ad € 200.000,00                €     1.500,00

 

Gli importi del contributo unificato sono dimezzati nei seguenti procedimenti:

1) Procedimento d'ingiunzione ex art. 633 c.p.c.

2) Procedimento per convalida di sfratto.

3) Procedimenti cautelari.

4) Procedimento sommario di cognizione (art. 702 e segg. c.p.c.).

5) Procedimenti possessori.

6) Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo.

7) Giudizio di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento.

8) Procedimenti di sfratto per morosità e procedimenti di finita locazione.

9) Procedimenti in materia di lavoro, quando la parte ricorrente abbia un reddito IRPEF superiore a 21.256,32 €.

 

Gli importi del contributo unificato sono aumentati del 50% per i procedimenti di impugnazione.

Gli importi del contributo unificato sono raddoppiati per i procedimenti avanti alla Corte di Cassazione.

Sono esenti dal versamento del contributo unificato i seguenti procedimenti:

 

1) Procedimenti già esenti ai sensi di legge e senza limiti di competenza o di valore dall’imposta di bollo o da ogni spesa, tassa o diritto di qualsiasi specie e natura.

2) Procedimenti di rettificazione di stato civile.

3) Procedimenti in materia tavolare.

4) Procedimenti, anche esecutivi, di opposizione e cautelari, in materia di assegni di mantenimento della prole.

5) Procedimenti per l'interdizione e dell'inabilitazione e dell’amministrazione di sostegno.

6) Procedimenti relativi all'assenza e alla dichiarazione di morte presunta.

7) Procedimenti relativi ai minori, agli interdetti e agli inabilitati.

8) Procedimenti relativi ai rapporti patrimoniali tra i coniugi.

9) Procedimenti di cui all'art. 3 della L. 24 marzo 2001, n. 89 (Legge Pinto).

L'utente è tenuto a verificare l'esattezza delle informazioni riportate. Gli amministratori del sito non si assumono la responsabilità per eventuali errori od omissioni. Disclaimer.

Esame di avvocato 2013/2014 - prova di diritto civile, prima e seconda traccia

Anche quest'anno pubblichiamo le tracce assegnate oggi 10 dicembre 2013 all'esame per l'abilitazione alla professione di avvocato. Di seguito le tracce dei pareri.

Leggi tutto...

Esame avvocato Milano 2012/2013: i risultati degli scritti on line

Anche a Milano sono stati pubblicati oggi i risultati dell'esame di avvocato, tenutosi lo scorso dicembre 2012.

In questa pagina potrai trovare i link ai risultati dell'esame di avvocato.

In bocca al lupo!

Leggi tutto...

Consulenza Legale online

Assistenza Legale offre un servizio di consulenza ed assistenza legale su tematiche legali di carattere nazionale ed internazionale. Il nostro team di avvocati è già presente dove la specifica esigenza sorge. Non importa in quale parte del mondo ti trovi, I nostri esperti sono già là. Se sei un imprenditore, un libero professionista o un privato cittadino, potresti aver bisogno di noi.

Il richiedente potrà optare per:

1. consulenza legale nazionale: la consulenza legale riguardera' tematiche legali di carattere nazionale e potra' essere fornita tramite l'utilizzo di posta elettronica o inviata per posta prioritaria con la sottoscrizione del professionista incaricato i. Il costo verrà stabilito sulla base delle vigenti tariffe professionali forensi considerata la complessità della questione).

2. consulenza legale internazionale: la consulenza legale riguardera' tematiche legali di carattere internazionale e potra' essere fornita tramite l'utilizzo di posta elettronica o inviata per posta prioritaria con la sottoscrizione del professionista incaricato (il costo verrà stabilito sulla base delle vigenti tariffe professionali forensi del Paese al quale appartiene il professionista incaricato, considerando anche la complessità della questione).

Entro poco tempo dal ricevimento della richiesta di consulenza legale, Assistenza Legale inviera' un preventivo gratuito e non vincolante.

Abbiamo due punti fondamentali :

1.    quella di avvicinare l’avvocato e l’assistenza legale il più  possibile alla gente, eliminando ogni tipo di barriera e rispondendo alle domande della clientela anche senza appuntamento;

2.    quella di riunire avvocati presenti su tutto il territorio nazionale con elevato profilo ed esperienza, che riconoscendosi nei valori di Assistenza Legale, abbiano un progetto di condivisione di idee e professionalità.

Il sito Assistenza Legale mette in evidenza le problematiche delle persone e delle aziende e la soluzione degli stessi, con l’intento di rendere vantaggioso anche economicamente il servizio.

News and Events

Multiple layout configurations

JSN Solid provides 36+ module positions. All module positions are collapsible and can arrange modules in horizontal or vertical layout...

Super rich typography ready

Headings, text, links, tables, images, everything was designed with high level of refinement...

Responsive Design

All JoomlaShine templates are equipped with responsive design feature making your website look beautiful in both smartphones and tablets...

Testimonials

Every company should be this way Outstanding Products, Outstanding Support, Outstanding Business Ethics...Every company should follow these guys. WELL WORTH THE MONEY!

Bob Stevenson
Student

And your support is great! For me the support for a product is the most important thing, and you really understand what you are doing.

Achim
Student

Contattaci

Potenziato da by JoomlaShine
JSN Solid template designed by JoomlaShine.com